Life & Love

PRENDERSI CURA DEI GIOIELLI PANDORA

Sicuramente vi sarà capitato almeno una volta nella vita, un episodio simile a questo: state per uscire per una cena o per un appuntamento, trovate il vestito, le scarpe, manca solo il gioiello per rendere l’outfit trionfale, decidete di aprire il vostro porta gioie per prendere quel bracciale così perfetto per il vostro abito, ma a vostro malgrado, vi accorgete che è diventato opaco e con profondo rammarico dirottate la scelta del bracciale su qualcos’altro che meno vi aggrada.
Un vero peccato! Ma cosa è successo? Perché il vostro bracciale è diventato così?
La risposta è semplice: ossidazione. Questo fenomeno chimico avviene in modo naturale, l’argento del vostro Pandora è destinato ad opacizzarsi a causa del contatto con l’aria, l’ossigeno infatti, aggredirà la superficie dell’argento che reagendo chimicamente tenderà ad “ossidarsi” e a perdere il suo tipico colore.
Niente paura però: abbiamo una soluzione molto semplice per evitare che tutto ciò accada.
Prevenire è meglio che curare, nel nostro caso basterà proteggere il bracciale dal contatto con l’ossigeno mediante un sacchettino di plastica richiudibile, quando vi capiterà di acquistare presso il negozio un nuovo bracciale, potete chiederlo alla commessa, così quando non indossiamo il nostro gioiello sarà sufficiente riporlo al sicuro ben sigillato nel suo sacchettino e adagiarlo nel suo cofanetto, se adotteremo questo utile ed economico stratagemma, preserveremo l’integrità e la bellezza dei nostri bracciali dagli attacchi “del tempo”.
Tuttavia, ci sono altri elementi che fareste bene a tenere in considerazione poiché comprometteranno seriamente la qualità dell’argento e non solo: le aggressioni da parte di agenti più critici: salsedine, cloro, candeggina, detergenti. Questi sono i peggiori nemici del vostro bracciale, spesso mi capita di osservare che alcune fanciulle indossano il loro bracciale mentre fanno fitness (sudore), oppure, mentre sono alle terme (cloro) o mentre fanno il bagno al mare (salsedine), il risultato di questa non curanza o distrazione spesso può danneggiare in modo più marcato l’argento che può diventare nero.
Anche in questi casi, con le dovute precauzioni, si possono evitare spiacevoli effetti collaterali, il mio consiglio “di prevenzione” è di togliere il vostro bracciale e di lasciarlo al sicuro in un ambiente protetto, diversamente, se è troppo tardi, possiamo utilizzare alcuni rimedi casalinghi che vi richiederanno più tempo ed attenzione da parte vostra, ma se
fatti a dovere e con la giusta cura riporteranno l’argento al suo splendore.
Il primo che vi suggerisco, consiste nell’utilizzare acqua tiepida e sapone neutro: immergete il bracciale scomposto dai charm in una bacinella con acqua e sapone neutro per una decina di minuti, allo scadere del tempo, con uno spazzolino spazzolate dolcemente i charm, gli zirconi e le lavorazioni del bracciale, risciacquate e asciugate con un panno morbido.
Il secondo: acquistare nello Store Pandora il Kit studiato appositamente per lucidare il vostro bracciale-gioiello.
Spero che i miei consigli vi siano stati utili!
Inoltre, vi suggerisco di seguirmi ed iscrivervi (attivando la campanella) al mio canale You Tube: Una nuvola di Zucchero, dove potete trovare il mio mondo e tra i vari argomenti parlo anche di Pandora..la mia dolce passione! Non dimenticatevi di seguirmi anche su Instagram, il mio contatto è : erika_roky
Vi aspetto!

Erika Rocatello

Sono nata a Milano l'11 Ottobre 1982, ho 38 anni, sono sposata e felicemente casalinga. A Luglio 2020 ho deciso di intraprendere una nuova avventura, aprire il mio canale YouTube, che si chiama: Una nuvola di Zucchero, dove porto il mio mondo a 360 gradi. Questa esperienza mi ha dato l'opportunità di diventare Digital Content Creator. Sono una persona solare, amo la mia famiglia, cucinare (soprattutto i dolci), i gatti, ed il mio motto è: Crederci sempre arrendersi mai!

Articoli correlati

4 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button