Makeup & Skincare

Il potere terapeutico del trucco durante il lockdown

Truccarsi fa bene all’umore, anche in questo periodo di incertezze. Il make up è direttamente collegato con la sfera psicologica e ci può aiutare a sentirci meglio durante il periodo del lockdown.
Ci sono sicuramente problematiche più importanti di scegliere una nuova palette di ombretti o il fondotinta giusto e non sarà certo un rossetto a salvare il mondo. Coco Chanel diceva: «Se siete tristi, se avete un problema sentimentale, truccatevi, mettete il rossetto rosso alle labbra e attaccate!».
Il rossetto e il make up in generale sono direttamente collegato con il nostro umore: per questo motivo si parla di psicologia del make up e di potere terapeutico.
Dobbiamo smetterla di pensare che la donna si trucchi per compiacere qualcuno, perché lo fa per sentirsi più bella e per sentirsi meglio con sé stessa, lo fa per passione, lo fa perché la nonna le ha insegnato ad applicare il rossetto e tutte le mattine quando lo indossa la ricorda. Il trucco è una vera e propria coccola e come tale deve essere vissuta, soprattutto in questo momento. Truccarsi per lavorare in smart working non è di certo un obbligo, ma vi posso assicurare che la vostra giornata sarà completamente differente se vi sedete alla scrivania in pigiama, struccate e con i capelli arruffati oppure se iniziate a lavorare con abiti comodi, i capelli in ordine e un velo di trucco. In un momento di incertezza e paura trovare il tempo da dedicare a noi stesse è importante anche per staccare la spina da tutto quello che sta succedendo attorno a noi e tutte abbiamo 5 minuti da dedicare al make up quotidiano, anche quando ci nascondiamo dietro al “non ho tempo”. Il tempo si trova, basta volerlo.

Una degli effetti psicologici del make up riguarda l’autostima: quando ci vediamo belle allo specchio ci sentiamo anche più sicure di noi stesse e pronte ad affrontare gli ostacoli, grandi o piccoli che siano. Sfatiamo il mito che chi si trucca lo fa per nascondere qualcosa o perché è insicura: chi si trucca lo fa per valorizzarsi, per esaltare determinate caratteristiche ma anche per trasmettere e comunicare un’emozione o la propria personalità. Il trucco ha il potere di farci sentire a nostro agio: quando siamo sicure di noi stesse riusciamo anche a trasmettere forza e positività e chi ci è davanti. Il make up deve essere una coccola e non deve mai trasformarsi in schiavitù: non è il trucco a definire chi sei e, se vuoi, concediti dei giorni in cui puoi sentirti bella anche struccata.

Truccarci ogni mattina in quarantena ci trasmette quel senso di normalità che tanto ci manca. La nostra routine è stata drasticamente stravolta e mantenere costanti quei piccoli gesti che compiamo al mattino possono essere un valido aiuto per non alienarci completamente. 
Le coccole di bellezza sono poi in grado di distrarci: quando ci concentriamo su quale ombretto applicare e come applicarlo il nostro cervello distoglie almeno per un attimo l’attenzione da quello che ci circonda, alleviando anche solo per un po’ ansie e timori.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Check Also
Close
Back to top button