Fashion

I miei cappelli invernali

Da bambina odiavo i cappelli, ogni volta che mia mamma me lo metteva per proteggermi la testa dal freddo,  me lo sfilavo con la manina e lo facevo letteralmente volare via. Da 2/3 anni, all’improvviso invece mi è scoppiata la passione per essi. Chi mi segue su instagram @nali.samare può constatare che ne faccio largo uso e che ne ho di varie modelli e materiali. Li uso prevalentemente in inverno ma ne faccio sfoggio anche d’estate specialmente al mare. Ne ho tantissimi ma per questo articolo ne ho scelto cinque e questa volta faccio da modella.

La cloche

I cappelli cloche sono a forma di campana ed di solito hanno la falda piccola. Esistono in feltro, velluto,  di fattura rigida o più morbida, lisci o con applicazioni. La cloche esiste anche in tessuto impermeabile per le giornate di pioggia.

La coppola

La coppola: questo  cappello nato in Inghilterra e non in Sicilia come erroneamente si pensa, è piatto e ha una piccola visiera. Anche in questo caso esiste in vari tessuti e modelli.

Il cappello di lana

Ne esistono tantissimi modelli, con pon pon o senza, classici o con visiera: anche qui spazio alla fantasia: colorati,  lisci, a trame, con applicazioni luccicanti e interno in ecopelliccia

Il basco

Il basco é uno dei miei preferiti. Questo cappello fa subito pensare agli ambienti militari . Simbolo parigino per antonomasia, da un’aria bohemienne che personalmente adoro. In lana o feltro in molte varietà di colori,  ha i bordi che si stringono sul capo, è piatto come un disco e va  portato spesso inclinato da una parte .

Il Fedora

Il fedora è un cappello che ha il corpo un po’ alto e piegato a formare una V.  Leggermente rientrante in due punti sul davanti su tutti e due i lati. La versione più piccola e maschile é il borsalino.  Disponibile in vari colori, in tessuto pesante per l’inverno e leggero per l’estate, con applicazioni o senza, con la base del corpo cinta da un bordo in gros o da piccole cinturino in pelle.

nali.samare

Annalisa Sammarco, blogger per www.mondo-donna.it. Impiegata nel settore immobiliare. Ironica e autoironica. Appassionata di moda, fotografia e libri. Profondamente genovese e innamorata della sua città ma fiera delle sue origini meridionali. Seguimi su instagram @nali.samare

Articoli correlati

6 Commenti

  1. Articolo molto carino e interessante, spiega bene tutte le varie tipologie di cappelli in maniera semplice ed esauriente. Bravissima nali.samare

Rispondi a MARIA PIA PESETTI Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button